• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

COMUNICATO del 20/11/2011

Logo Comitato "No petrolio, Sì Energie Rinnovabili"

 

 

A causa dell’infondatezza delle notizie diffuse ieri da alcuni organi di stampa, il Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili” come ha già avuto modo di ribadire ieri ai giornalisti e a quanti hanno voluto verificare la notizia (il Sig.Bianco del Tg3 nazionale e l’On. Zazzera), ribadisce la sua assoluta estraneità all’iniziativa “Sos ultima spiaggia sia sul piano organizzativo che sul piano della semplice adesione.

D'altronde informiamo che all’alba, al largo delle coste di Ostuni sono arrivate le navi “Princess e “Thor Guardian che come previsto nella 1°fase del programma lavori della Northern Petroleum, relativi ai permessi di ricerca idrocarburi F.R39.NP e F.R40.NP (campi Giove e Rovesti), hanno iniziato i lavori di prospezioni geosismiche usando air-gun.

I lenti spostamenti delle suddette navi sono visibili sul sito: www.marinetraffic.com.

 

(Per info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )


Silvia Russo

Portavoce Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili

 

Consiglio straordinario con i Comuni Bandiera Blu della Puglia

Logo Comitato "No petrolio, Sì Energie Rinnovabili"

 

Consiglio straordinario con i Comuni Bandiera Blu della Puglia - Lunedì 21Novembre ore 10 a Polignano


Il Presidente del Consiglio comunale di Polignano, Onofrio Torres ha indetto un Consiglio comunale straordinario in sala consiliare a Polignano, lunedì 21 novembre, alle ore 10:00.


Di comune accordo con i sindaci dei comuni bandiera blu della Puglia, verrà approvata una delibera congiunta atta a contrastare qualsiasi politica energetica legata al petrolio.
Prenderanno parte al consiglio straordinario sindaci e rappresentanti dei comuni di Polignano, Monopoli, Rodi Garganico, Fasano, Ostuni, Melendugno, Salve, Ginosa, Otranto.


Tra gli altri, in consiglio saranno presenti l’Assessore regionale all’Ambiente Lorenzo Nicastro, i Presidenti delle province di Bari, Bat e Brindisi, i responsabili del Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili” e Legambiente regionale.

 

 

COMUNICATO del 10/11/2011

Logo Comitato "No petrolio, Sì Energie Rinnovabili"

 

Appello ai Rappresentanti politico-istituzionali della Regione Puglia


Il Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili insieme alle Associazioni e ai Comitati pugliesi che si interessano della salvaguardia e della promozione del territorio in una prospettiva di sviluppo economico eco-sostenibile, denunciano l’intollerabile pressione che aziende e compagnie, a vario titolo interessate all’estrazione di idrocarburi, stanno operando sui nostri mari.


Mentre di concerto con esponenti della Giunta Regionale si è in piena fase organizzativa finalizzata a una grande mobilitazione contro le imminenti prospezioni geosismiche da parte di alcune multinazionali, l’Eni riapre i propri pozzi al largo di Brindisi.


Riteniamo grave ed inaccettabile restare a guardare l’ulteriore, inutile e  pericoloso attacco al nostro mare nel momento in cui il sistema economico e imprenditoriale pugliese si è indirizzato verso politiche di sviluppo che hanno nella qualità dell’ambiente il proprio punto cardine.


Chiediamo al Pres. Vendola, al Pres. Introna, all’Ass. Nicastro, ai Pres. delle Province, alle forze politiche, ai sindacati e a tutte le categorie economiche della regione, di mobilitarsi secondo le forme che lo stesso presidente Vendola vorrà intraprendere.

 

(Per info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )


Silvia Russo

Portavoce Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili

 

COMUNICATO del 4/11/2011

Logo Comitato "No petrolio, Sì Energie Rinnovabili"

 

Il Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili” di Monopoli, in costante vigilanza su quanto accade nei mari di Puglia, avuto conferma dell' imminente avvio di prospezioni nello specchio di mare a partire dalla zona antistante la città di Ostuni fino oltre Brindisi (permessi F.R39.NP e F.R40.NP), denuncia l'ennesima gravissima offesa alla volontà delle popolazioni, delle forze politiche e delle istituzioni della nostra Regione, che si sono già ampiamente espresse contro qualsiasi iniziativa tesa all'estrazione di petrolio nell’Adriatico meridionale.


Da un anno a questa parte, sulla base di uno schema di documento elaborato dal Comitato, sono state presentate interrogazioni e risoluzioni parlamentari da parte di deputati e senatori pugliesi, in più città sono stati approvati documenti e delibere di Consiglio Comunale ed è stato assicurato l’interessamento attivo e costante da parte di alcuni Europarlamentari.


Con la proposta di legge alle Camere "Divieto di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi liquidi", pubblicata sul BURP n°126 dell'11/08/2011, al fine di salvare l'Adriatico dalla speculazione delle società petrolifere, la Regione Puglia ha assunto una posizione chiara, forte e precisa.


Di fronte a questa mobilitazione ampia e trasversale delle genti di Puglia, nata due anni fa a Monopoli, oggi si continua a disquisire su eventuali autorizzazioni pregresse, quando la volontà popolare e istituzionale dei nostri territori si è già espressa in modo assolutamente contrario.


Come in occasione della manifestazione del 23 gennaio 2010 a Monopoli -corteo di settemila persone con la partecipazione del Presidente Vendola, di una gran parte degli Assessori e Consiglieri Regionali, di quattordici Sindaci e numerosi Consiglieri Comunali in rappresentanza di tutto il territorio del sudest barese- il Comitato oggi rilancia una nuova massiccia mobilitazione di tutte le forze scese in campo a difesa del nostro mare.


Dal gennaio di due anni fa in altre città costiere meridionali ci sono state mobilitazioni e manifestazioni di protesta. Oggi il Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili”, in sinergia con la Regione Puglia e in collaborazione con le Associazioni impegnate sul territorio a difesa dell’ambiente, invita tutte le Forze Politiche a un impegno comune per una grande manifestazione generale a brevissimo termine, che raggiunga dimensioni regionali ed extraregionali, nei luoghi e nelle forme che saranno insieme concordate.

(Per info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )


Silvia Russo

Portavoce Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili

 

COMUNICATO del 2/11/2011

Logo Comitato "No petrolio, Sì Energie Rinnovabili"

 

 

Il Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili” informa che  dalle verifiche effettuate nei giorni scorsi a livello Ministeriale e Regionale non si è avuto alcun riscontro su ufficiali prossime prospezioni e relativi permessi. Al tempo stesso ritiene le dichiarazioni del Capogruppo del Pd di Monopoli assolutamente compatibili con quanto scritto dalla stessa Northern Petroleum nello Studio Preliminare Ambientale (Permesso di Ricerca per Idrocarburi – Modifica al Programma Lavori per Esecuzione Prospezioni Geofisica 3D sui permessi“F.R39.NP” e ”F.R40.NP”); informazioni (come previsto nella 1°fase del programma dei lavori, in autunno/inverno 2011-2012 è previsto l’inizio dei lavori atti ad effettuare prospezioni geosismiche usando air-gun) riportate anche nel Comunicato Stampa del Comitato datato 15.9.2011 e pubblicato su diverse testate locali e regionali.


Tanto premesso, precisa che non fa alcuna differenza se questa notizia sia veritiera o sia un’ennesimo falso allarme, tantomeno se si tratti di voci supportate da autorizzazioni pregresse già rilasciate alla Northern Petroleum rispettivamente con DM 21.6.2007 per il permesso di ricerca F.R39.NP (den. in fase di istanza “d57 F.R-.NP”arrivata  il 4/04) e DM 22.06.2007 per il F.R40.NP. (den. in fase di istanza “d58 F.R-.NP” arrivata il 5/04). Sia il cambio della denominazione dell’istanza di permesso di ricerca in permesso e sia il fatto che l’area del rilevamento geofisico 3D è oltre le 15,4 miglia marine per cui nessun ente locale è direttamente coinvolto nel procedimento, non ci fa demordere dalla volontà di continuare a difendere il nostro mare.


E’ vergognoso  e inaccettabile che biechi interessi privatistici di una multinazionale debbano pesare sulla testa dell’intera comunità regionale, offendendo le scelte, gli interessi e le attività di tante categorie economiche e sociali, contro la volontà di popolazioni ed istituzioni che più volte in questi anni si sono espresse per il divieto assoluto di ogni prospezione e ricerca finalizzate all’estrazione di idrocarburi al largo dei mari di Puglia, in acque territoriali ed internazionali.


(Per info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )


Silvia Russo

Portavoce Comitato “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili

 


Pagina 9 di 26

Vota SI Referendum 17 Aprile 2016

Referendum NO NUCLEARE

VOTA SI per FERMARE IL NUCLEARE

VOTA SI per FERMARE IL NUCLEARE

PARTECIPIAMO!

21/01/2012: La PUGLIA SCENDE IN PIAZZA!

21/01/2012: La Puglia scende in piazza!

DIFENDIAMO la Puglia e il nostro modello di sviluppo

VIDEO INTERVISTE:

DIFENDIAMO la Puglia e il nostro modello di sviluppo

Referendum Acqua

Referendum Acqua

Oro Nero - Next to the Text

There seems to be an error with the player !

AMICI:

Comitato "NO al Carbone" - Brindisi


Gallerie

Download