• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Le Istanze di Permesso di Ricerca in Mare d60 F.R-.NP, d61 F.R-.NP e d149 D.R-.NP

Aree d60 d61 d149

 

 

Cominciamo con i link di riferimento sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico - Dipartimento per l'Energia - Direzione Generale per le Risorse Minerarie ed Energetiche:

L'attenzione di associazioni e comitati tra il barese ed il brindisino per queste tre istanze (tutte presentate dalla "Northern Petroleum Plc" quasi contemporaneamente nel 2006) si è fatta marcata a partire da fine 2009, dopo i decreti ministeriali (Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione Salvaguardia Ambientale di concerto con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali) n°1347 e n°1348 del 14/10/2009 e n°1349 del 15/10/2009, dove viene dato:

"Giudizio positivo circa la compatibilità ambientale del progetto presentato dalla Società Northern Petroleum (UK) Ltd, con Sede Secondaria in Italia in Viale Trastevere, 249 - 00153 Roma, relativo alla prima fase (indagine geofisica) del programma lavori collegato al Permesso di Ricerca di Idrocarburi "XXXX" subordinatamente al rispetto delle seguenti prescrizioni: ...

... Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al TAR entro 60 giorni e al Capo dello Stato entro 120 giorni dalla pubblicazione dell'Avviso in Gazzetta Ufficiale"

Le pubblicazioni in Gazzetta Ufficiale (Serie Generale) sono avvenute:

  • il 16/11/2009, n°267 - pag.23, per il decreto ministeriale n°1349 relativo all'istanza d149 D.R-.NP --> scadenza per presentazione al TAR: 15/01/2010;
  • il 19/11/2009, n°270 - pag.36, per il decreto ministeriale n°1348 relativo all'istanza d60 F.R-.NP --> scadenza per presentazione al TAR: 18/01/2010;
  • il 21/11/2009, n°272 - pag.32, per il decreto ministeriale n°1347 relativo all'istanza d61 F.R-.NP --> scadenza per presentazione al TAR: 20/01/2010;

 

Leggi tutto...
 

Il costo del nucleare: pronti a pagare? bollette più salate!

Il costo del nucleare

 

Ma in concreto, quanto graverà sulle nostre bollette il ritorno al nucleare?
Uno studio compiuto dall’ex-ministro dell’Ambiente Edo Ronchi ha dimostrato che il ritorno al nucleare graverà sui costi dei consumi domestici di energia. A conti fatti, l’elettricità prodotta dalle centrali nucleari avrà un costo di 72,8 euro a Megawattora, esattamente il 16% in più di quanto costa l’elettricità proveniente da centrali a gas, 61 euro/MWh; e il 21% in più di quella prodotta da centrali a carbone, che ha un costo di 57,5 euro/MWh. Da questo si evince, come spiega l’ex-ministro Ronchi che:

"Il nucleare sarà quindi significativamente più costoso e non regge la concorrenza né delle centrali a gas, né di quelle a carbone. Su questo tema serve più trasparenza."

 

Leggi tutto...
 

Puntata Report: Biomasse di massa

Report Biomasse di massa

 

VEDI IL SERVIZIO VIDEO by report.rai.it

(occorre avere installato l'applicativo "silverlight" per vedere il video! lo trovate scaricabile dalla stessa pagina)

 

Le centrali a biomassa sono sempre così utili all'ambiente e all'economia come sembrerebbe? Dal Nord al Sud, dalle piccole centrali per teleriscaldamento ai giganteschi impianti per la produzione di energia elettrica per conoscere meglio luci e ombre di questa fonte.... "rinnovabile".

 

VEDI IL SERVIZIO VIDEO by report.rai.it


 

Puntata Report: Il mare nero

Report Mare nero

 

VEDI IL SERVIZIO VIDEO by report.rai.it

(occorre avere installato l'applicativo "silverlight" per vedere il video! lo trovate scaricabile dalla stessa pagina)

 

Il petrolio è ancora oggi una fonte di energia insostituibile, secondo alcune stime basate sulle conoscenze attuali, dovremo farci i conti almeno per altri 100 anni.
Ma la ricerca, la trivellazione, l’estrazione e il trasporto pongono continuamente a rischio l’ambiente in cui viviamo soprattutto se il danno è provocato da uno sversamento di petrolio avviene in acqua. Siamo andati a vedere come funzionano le cose su Vega la più grande piattaforma italiana gestita da Edison e Eni che succhia petrolio nel canale di Sicilia.

 

Leggi tutto...
 

Nucleare: domande e risposte!

 

FONTE by oltreilnucleare.it

 

1. Un terribile incidente come quello di Cernobyl oggi potrebbe ripetersi?

Vero. Ovviamente è difficile che accada un incidente simile ma è statisticamente impossibile escludere la possibilità di un incidente grave in una centrale. In base al numero attuale di reattori in circolazione gli scienziati stimano la probabilità di un incidente catastrofico ogni 200 anni (Aspoitalia). Ininterrotto è invece lo stillicidio di “piccoli” incidenti: nel 2008 vi sono stati 4 incidenti nelle centrali spagnole (oggi acquisite da Enel) e nel solo mese di luglio sono tre i casi segnalati in Francia (Tricastin e Romans-sur-Isère).

2. Le centrali EPR destinate all’Italia garantiranno un risparmio sulle bollette dei cittadini?

Falso. Qualcuno ha rilevato sconti sulla propria bolletta dopo l’avvio della riconvertita centrale di Torre Valdariga Nord? La riconversione di questa grande centrale da petrolio a carbone, definito “pulito”, inaugurata il 30 luglio 2008 da Scajola in persona, era stata sostenuta dall’Enel proprio per ridurre le tariffe elettriche, essendo il carbone meno costoso di metano e petrolio e piu’ abbondante di entrambi (anche se piu’ inquinante).

Si ricordi che Enel non è più un’azienda di Stato (anche se lo stato rimane il maggior azionista), per cui deve produrre profitti, i profitti non si fanno abbassando le tariffe e promuovendo il risparmio. Anche la borsa elettrica, creata pochi anni fa con la liberalizzazione del mercato, doveva far abbassare i prezzi, qualcuno se ne è accorto?

 

Leggi tutto...
 


Pagina 23 di 26

Vota SI Referendum 17 Aprile 2016

Referendum NO NUCLEARE

VOTA SI per FERMARE IL NUCLEARE

VOTA SI per FERMARE IL NUCLEARE

PARTECIPIAMO!

21/01/2012: La PUGLIA SCENDE IN PIAZZA!

21/01/2012: La Puglia scende in piazza!

DIFENDIAMO la Puglia e il nostro modello di sviluppo

VIDEO INTERVISTE:

DIFENDIAMO la Puglia e il nostro modello di sviluppo

Referendum Acqua

Referendum Acqua

Oro Nero - Next to the Text

There seems to be an error with the player !

AMICI:

Comitato "NO al Carbone" - Brindisi


Gallerie

Download